Bagno: idee e consigli per la ristrutturazione

Spesso le idee e i mood board per la ristrutturazione del bagno suscitano grandi desideri, ma anche grandi interrogativi:

  • Quanto costa ristrutturare un bagno?
  • Per quanto tempo dovrò restare col bagno inagibile?
  • Posso sostituire facilmente la vasca con la doccia?

A scanso di equivoci è bene precisare che rifare il bagno costerà tempo, denaro e forse anche qualche capello grigio! Il prezzo potrà variare da poche centinaia di euro per abbellire un bagno esistente e arrivare a cifre più consistenti per una ristrutturazione totale di fascia medio alta. Ma seguendo accorgimenti, consigli e stilando il budget con particolare accortezza, la ristrutturazione ne varrà sicuramente la pena.

Ristrutturazione industrial-3Ristrutturazione Bagno industrial
Ristrutturare il bagno: da dove iniziare

Innanzitutto, prima ancora di iniziare con i mood board o di tuffarti in riviste dedicate al design, è importantissimo porsi le giuste domande per individuare una soluzione su misura per le tue esigenze:

  • Qual è la tua routine quotidiana? Il layout del nuovo bagno dipenderà in gran parte anche da questo.
  • Qual è il tuo budget? Meglio fare un bilancio prima che essere delusi in seguito.
  • Di quanto spazio destinato ai mobili hai bisogno? L’inserimento degli arredi è più semplice se pensato all’inizio del progetto. Più complicato potrebbe essere inserirli dopo i lavori di ristrutturazione.
  • Quante persone utilizzeranno il bagno?
  • Cosa non ti piace del tuo spazio attuale? Rispondere a questa domanda consentirà al progettista di evitare di proporti soluzioni non adatte a te.

Progetta il tuo bagno ideale

I bagni possono essere realizzati in una vasta gamma di forme, dimensioni e layout. È probabile che, ristrutturando un bagno già esistente, non ne cambierai la tipologia o le dimensioni. Tuttavia è anche vero che un piccolo bagno di servizio potrebbe essere trasformato in bagno padronale. Il tutto prendendo, ad esempio, in prestito un po’ di spazio da una cabina armadio o da una camera da letto.

Quindi meglio valutare tutte le opzioni insieme all’Interior Designer, sognare ad occhi aperti non fa mai male!

District en Rose_Trilocale a Milano_bagno3
24

Ristrutturare il bagno principale

La maggior parte delle case più vecchie è stata progettata con un solo bagno destinato ad essere condiviso da tutta la famiglia. In particolare si tratta del bagno principale che contiene lavandino, wc e vasca o doccia se non addirittura entrambi.

Ristrutturare il bagno principale ti consentirà di fare interventi consistenti. Ad esempio la sostituzione della vasca con la doccia o viceversa laddove lo spazio lo consenta.

Cambiare la posizione della vasca o della doccia può trasformare totalmente il look del bagno. Ma ci sono alcuni elementi che è più complesso spostare come le tubature e gli scarichi. Per evitare lavori di ristrutturazione invasivi e consistenti il consiglio è quello di lasciare gli scarichi dove si trovano e di collegare la nuova doccia o vasca al tubo del suolo esistente. Questo al fine di ridurre le complicazioni idrauliche e contenere i costi di ristrutturazione del bagno. Invece se si pensa ad un intervento più corposo, sarà possibile pensare ad una revisione completa del layout, utilizzando alcune regole fondamentali per la riuscita di un buon lavoro.

Inoltre intervenire sul bagno principale ti consentirà anche di creare un locale o angolo lavanderia nel caso ne desiderassi uno. Dunque le soluzioni possono essere di spostare lavatrice e asciugatrice dal bagno ad un’altra stanza. Oppure di creare un angolo apposito all’interno del bagno, sfruttando lo spazio in verticale nel quale inserire lavatrice con sovrapposta asciugatrice. In questo modo è possibile nasconderli dalla vista con un mobiletto creato ad hoc che contenga anche detersivi e biancheria.

 Creare un bagno in camera

I proprietari di case che ristrutturano o aggiungono una master suite spesso scelgono di aggiungere un bagno in camera ricavando spazio dagli ambienti circostanti. Questo consente di decentrare l’uso del bagno standard esistente ed ottenere un servizio ad uso esclusivo.

Generalmente i bagni in camera vengono inseriti all’interno della stanza da letto principale e, per via delle dimensioni ridotte rispetto ai bagni standard, è fondamentale ottimizzare e sfruttare gli spazi nel migliore dei modi.

Quando si dispone di uno spazio limitato è consigliabile prediligere solo l’essenziale e disporlo in modo regolare. Selezionare forniture che rendano il tuo spazio leggero, ordinato e spazioso è cruciale. Dunque puoi installare sanitari a parete e un mobile sospeso per risparmiare spazio sul pavimento. Al posto del lavabo tradizionale opta per una soluzione con rubinetteria alle pareti e ridurre così gli ingombri. Infine puoi optare per un box doccia in vetro, magari in nicchia, che ti consenta di mantenere una visione chiara in tutto il bagno e far sembrare gli spazi più ampi.

 

Vuoi ristrutturare il bagno? Scopri il nostro servizio di progettazione di interni online!

YOUR COMMENT