Come ristrutturare il bagno: la guida completa a soluzioni e costi

Chi vuole ristrutturare il bagno spesso non sa da dove cominciare, vuoi per paura di spendere troppo, vuoi perché non è sicuro di agire nel modo corretto.

Oltre a fissare un budget per la ristrutturazione, quando si parla di bagno occorre anche pianificare i tempi con accortezza e essere consapevoli delle diverse fasi che compongono la ristrutturazione di un bagno.

Ad esempio non esistono delle tempistiche standard per la ristrutturazione di un bagno in quanto dipenderanno dalla tipologia di lavori messi in cantiere. Infatti se si vuole solamente operare un restyling di un bagno relativamente moderno potranno bastare dai 3 ai 5 giorni di lavoro. Qualora invece la ristrutturazione riguardi anche la sostituzione di componenti dell’impianto idraulico, i lavori diventeranno inevitabilmente più complessi e potranno durare anche tra i 5 e i 7 giorni.

Il nostro consiglio è di pianificare i lavori di ristrutturazione del bagno di casa con estrema attenzione e di suddividerlo in fasi per minimizzare il disagio. Scopriamo insieme come.

Le fasi di ristrutturazione del bagno

Se si intende ristrutturare un bagno in modo integrale i lavori saranno particolarmente complessi e dovranno essere articolati in diverse fasi. Vediamo quali sono:

  • Pavimento e massetto
  • Impianto idraulico
  • Impianto elettrico e pareti
  • Posa dei nuovi pavimenti e sanitari
  • Tinteggiatura finale

Chiaramente ciascuno di questi passaggi della ristrutturazione bagno andrà eseguito a regola d’arte da tecnici esperti e avrà un determinato costo da considerarsi separatamente che vedremo nel dettaglio.

Il dettaglio dei costi per ristrutturare un bagno

È anche possibile ristrutturare il bagno senza demolire e senza togliere le piastrelle così da abbattere i costi.

In questo caso si può aggiungere un nuovo strato di piastrelle, oppure utilizzare uno smalto a coprire le vecchie.

Sempre parlando di costi inoltre bisogna sapere che per tutti gli interventi di recupero edilizio è prevista l’applicazione dell’aliquota IVA al 10% (restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione). Vediamo assieme alcuni dettagli:

  • Di solito i costi di demolizione del vecchio bagno ammontano a circa 60 euro per metro quadro mentre il rifacimento del massetto ha un costo che si aggira tra i 25 e i 30 euro al metro quadro.
  • La sostituzione dell’impianto idrico e l’installazione di nuove tubature è la voce più costosa della ristrutturazione bagno. Indicativamente si va dai 500 euro circa per un bagno di 3 metri quadri fino agli 800 o 900 euro per un bagno di 5 metri quadri.
  • La posa delle piastrelle, in base anche al materiale scelto, varia invece tra i 20 e i 40 euro al metro quadro.
  • Per quanto riguarda il montaggio dei sanitari invece i costi in media variano tra i 50 e i 70 euro a sanitario.

Soluzioni per ristrutturare il bagno

Ma quali sono delle idee di tendenza per ristrutturare il bagno e creare un ambiente godibile all’insegna del relax e del benessere? Ecco alcuni consigli di stile che possono servire a prendere spunto:

  • Bagno con spazio living: un bagno che non sia un semplice spazio per i servizi e l’igiene ma uno spazio domestico a tutto tondo da vivere a 360ç dove non mancheranno soluzioni di design e innovazione.
  • Bagno vintage: un bagno vintage con tubi a vista, carta da parati impermeabile o mattoncini smaltati potrebbe essere la soluzione ideale per chi ricerca un effetto retrò senza rinunciare a funzionalità e comodità.

La regola d’oro comunque vale per il bagno come per altri ambienti si può riassumere brevemente dicendo che bisogna guardare prima allo stile, poi a colori e materiali, poi all’abbinamento tra colori tessuti e materiali e infine alla caratterizzazione degli ambienti.

I materiali migliori per ristrutturare il bagno

Chi ricerca idee per ristrutturare il bagno oltre allo stile deve badare anche alla scelta dei materiali. Ecco i nostri consigli a riguardo:

  • Bagno in marmo: il marmo è uno dei materiali più resistenti e duraturi e riesce a dare a un bagno eleganza senza trascurare un tocco di modernità. Lo svantaggio è che realizzare un bagno in marmo non sarà proprio economico ma sarà anche possibile installare solamente alcuni dettagli in questo materiale come ad esempio la vasca da bagno.
  • Bagno in pietra: la pietra è una soluzione originale che serve a creare dei bagni rustici ma che non disdegnano l’eleganza. Sarà possibile realizzare degli ambienti rilassanti anche con materiali come il gres effetto pietra oppure optare per dettagli che fanno la differenza come lavabi scavati nella pietra o piatti doccia.

Ristrutturare il bagno senza demolire

Si può anche immaginare di ristrutturare il bagno senza demolire e quindi realizzare una ristrutturazione parziale del bagno. In questo caso la cosa migliore sarebbe procedere con la sostituzione di sanitari e lavabi magari scegliendo delle soluzioni originali come sanitari colorati o sospesi.

Inoltre si potrà anche procedere alla realizzazione o sostituzione di un box doccia in cristallo, a tre lati e a soffietto.

Altra soluzione poco invasiva per la ristrutturazione del bagno è quella di rivestire le pareti applicando dei sottili pannelli con rivestimento integrato con sistemi di aggancio per semplificare l’installazione ed evitare opere in muratura e demolizioni.

Infine si potrà anche rivestire il vecchio pavimento con resine epossidiche così da evitarne la demolizione ottenendo un effetto uniforme con una finitura semilucida.

Insomma, se avete deciso di ristrutturare in parte o del tutto il vostro bagno allora dovreste considerare di chiedere la consulenza di professionisti che sapranno darvi i consigli giusti per aiutarvi a realizzare il bagno dei vostri sogni.

Guarda come è stato ristrutturato il bagno in questo appartamento.

YOUR COMMENT